Home Notizie Microsoft La prima falla di Windows Phone 8 viene trovata da un sedicenne

La prima falla di Windows Phone 8 viene trovata da un sedicenne PDF Stampa
Giovedì 29 Novembre 2012 23:16

Windows Phone 8 è stato “bucato”, grazie (o per colpa…) di un giovanissimo ricercatore indiano che è riuscito a trovare il modo di creare un’app che ruba tutti i dati dallo smartphone su cui è installata. Il sedicenne ha già fatto sapere che invierà a Microsoft tutte le informazioni necessarie per risolvere il problema.

Il buco, trovato dal giovane Shantanu Gawde, permette di rubare dal telefono i dati quali contatti, immagini ed SMS, ma fortunatamente non verranno rese pubbliche le sue specifiche, fino a quando Microsoft non risolverà il problema. Il ricercatore invierà presto tutte le informazioni, sia a Microsoft, sia agli sviluppatori di Antivirus che già stanno preparando le loro versioni delle varie app per Windows Phone 8.

“Il malware usa funzionalità di Windows Phone 8 senza ricorrere a metodi come le applicazioni homebrew o le capacità d’interazione“, ha spiegato Gawde. “L’idea era programmare l’applicazione in modo tale da farla accettare nel marketplace nonostante le funzioni nascoste”.

Si tratta di una notizia che non sarà certo accolta con favore da Microsoft. Il fatto che questa falla sia stata trovata in pochissimo tempo, dimostra come Windows Phone 8, pur essendo un sistema operativo molto interessante e che si discosta graficamente da iOS e Android, soffre ancora di diversi problemi. Inoltre, se per Android valeva l’idea di un sistema “aperto” come giustificazione alla presenza di decine di malware, per Microsoft il discorso è diverso. La speranza è che il Market Place non si riempia di tanti Antivirus che gli utenti saranno costretti ad acquistare.

VIA

miglior sito